Benvenuto
Nome di Login:

Password:


Ricordami

[ ]
[ ]
Seleziona Lingua


Restauro dell'organo Agati a San Vito
E' terminato nel gennaio del 2009 il restauro dell'organo PIETRO AGATI (1781, su pre-esistenze) della Chiesa dei SS. Vito e Modesto a Bellosguardo, ad opera di Riccardo Lorenzini & C.



Nel 1811, durante il periodo della dominazione napoleonica, il vicino monastero di Monte Oliveto fu soppresso e i relativi beni furono confiscati e posti in vendita. Il parroco di San Vito richiese di poter acquistare l'organo e le campane, o meglio richiese di poter scambiare l'organo e le campane che la Chiesa di S. Vito già  possedeva con quelli del monastero olivetano.
Un'apposita commissione composta da Gaetano Collodi (per l'Amministrazione del Demanio Imperiale) e da G. Boccini (per la Fabbrica di S. Vito) fu nominata "all'effetto di valutare la differenza che passa nel baratto delle campane di detto convento con l'altre campane e organo esistenti nella chiesa di S. Vito". La differenza fu stimata in 357 franchi e 57 centesimi a credito del Demanio Francese e lo scambio fu autorizzato con lettera del 18 aprile del 1811 dal funzionario Vialla, Directeur de l'Enregistrement et des Domaines per il distretto di Firenze.

Registri dell'organo:

Principale
Ottava
Quinta X
Decima IX
Vigesima II
XXVI & XXIX
Cornetto
Trombe soprane
Trombe Basse
Flauto
Voce umana

Le canne di facciata sono di finissima fattura e di buona percentuale di stagno, opera di Pietro Agati.
La tastiera è di 45 tasti; la pedaliera a leggio, di noce, è composta da 11 pedali: 9 per le note Do1-Do2 in ottava corta + Tamburo + Usignoli.
Pietro Agati, a cui si deve la costruzione dei somieri, della tastiera e della pedaliera, riutilizzò gran parte del corpo fonico interno di uno strumento di epoca precedente.

La spesa generale per il restauro è ammontata a 60.647,76 euro

L' Ente Cassa di Risparmio di Firenze ha finanziato il restauro dell'organo con un contributo di Euro 35.000,00
Contributi precedenti sono stati elargiti dall'Ente CRF per il restauro architettonico della Chiesa di S. Francesco di Paola, per il restauro dei dipinti delle Chiese di S. Francesco di Paola e di San Vito.



Donazioni liberali possono essere inviate sul conto n. 11916/00 della Cassa di Risparmio di Firenze, cod ABI: 06160 CAB: 02846 intestato alla Parr. dei SS. Vito e Modesto.

Ascolta
Lo ballo dell'Intorcia











Menù Principale
This site is powered by Cescomob